Quale olio usare per lubrificare il tagliacapelli

13 Giugno 2022
Quale olio usare per lubrificare il tagliacapelli

Il tagliacapelli è un attrezzo utile e ormai facile da trovare in tutte le case, oltre che naturalmente nei saloni di parrucchiere. Pratico, maneggevole e facile da usare, è comodo per avere sempre i capelli a posto e permette di risparmiare tanto usandolo in casa.

Un uso molto frequente dell’apparecchio richiede però anche una cura più costante e accurata, che consiste in una corretta lubrificazione, necessaria per evitare che durante il taglio le lame si inceppino.

Ma quale olio usare per lubrificare il taglia capelli? Ecco quale scegliere per mantenere l’apparecchio efficiente.

Perché è importante l’olio lubrificante per capelli

Il tagliacapelli va lubrificato regolarmente per mantenerlo sempre efficiente. Lubrificare tagliacapelli è importante, perché pulisce l'unità di lavoro dalla contaminazione, riduce l'attrito tra le lame durante il funzionamento e ne riduce il riscaldamento.

Questo particolare implica meno stress per il motore, che grazie al lubrificante lavora meno per mantenere le parti in movimento e farli scorrere senza difficoltà. In questo caso la maggior parte dell’energia verrà utilizzata per tagliare i capelli e con una perdita minima di calore.

La vita del dispositivo si allunga proprio grazie all’olio lubrificante. Una volta che l’attrezzo è stato lubrificato, il taglio di capelli verrà eseguito con maggiore delicatezza e senza strappi.

Come scegliere l’olio lubrificante per tagliacapelli? In genere questi dispositivi vengono venduti accompagnati da una boccettina di olio lubrificante, ma quando si esaurisce bisogna andare alla ricerca dell’olio più adatto.

Solitamente vanno bene oli minerali o sintetici con indice di bassa viscosità, come quelli che usano i parrucchieri, mentre è sconsigliato in assoluto l’utilizzo di olio vegetale, che farebbe inceppare la macchina. 

Quale olio per tagliacapelli acquistare

Sul mercato esistono diversi tipi di oli per lubrificare le lame di un tagliacapelli. Per preservare l’efficienza dell’attrezzo è consigliabile utilizzare un olio specifico, in modo tale che non vengano alterati i delicati meccanismi interni del dispositivo.

Anche se si potrebbe usare un normale lubrificante per metalli, è meglio evitare e optare invece per uno spray multifunzione che lubrifica, disinfetta e rimuove la ruggine.

Scegliere quindi un olio leggero e multiuso, oppure optare per l’olio delle macchine da cucire, che funziona. L’olio per macchine da cucire è infatti leggero, molto efficace e anche economico.

Esistono anche oli professionali formulati solitamente con sostanze, in grado di eliminare batteri e funghi e hanno anche un antiruggine, che previene l’ossidazione delle lame.

Un ottimo olio lubrificante per il tagliacapelli è quello minerale naturale, considerato il lubrificante di manutenzione ideale per questo utensile, perché non è asciutto e neanche appiccicoso una volta inserito nelle lame.

Efficace è anche l'olio sintetico, che si presenta inodore, trasparente e privo di silicone. L’olio sintetico non lascia macchie sullo strumento e può essere usato regolarmente.

Gli oli lubrificanti vengono venduti in confezioni, dotati di beccuccio predisposto per far cadere il prodotto a gocce, spesso realizzato con proprietà antigocciolamento, ideale per evitare sprechi del prodotto.

Come lubrificare lame tagliacapelli

Le lame del tagliacapelli andrebbero lubrificate dopo ogni utilizzo. Lubrificare il dispositivo è facile, ecco come fare:

  • Rimuovere i peli dalle lame con la spazzolina
  • Tenendo le lame rivolte verso l’alto, versarvi sopra una o due gocce di lubrificante
  • Mettere in funzione il tagliacapelli per qualche secondo rivolgendolo verso il basso

L’olio viene così distribuito in maniera uniforme sulle lame che potranno svolgere con efficacia il taglio successivo.

Nel caso le lame possono essere smontate, lavarle prima con cura o pulirle con un panno umido se il tagliacapelli non è lavabile, poi passare una ridotta quantità di olio lubrificante sulle lame e rimontare il tutto.

Vai all'articolo precedente:Gel per capelli: quale scegliere e come usarlo
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su