Come lavare i capelli secchi e sfibrati senza rovinarli

Come lavare i capelli secchi e sfibrati senza rovinarli

Ritrovarsi con i capelli secchi e sfibrati è del tutto normale quando si fa lo shampoo molto spesso e soprattutto se si utilizzano prodotti aggressivi, che alterano il ph naturale del cuoio capelluto.

Il suo indebolimento contribuisce a rendere i capelli ancora più fragili e sfibrati, ma possono diventare ancora più secchi e crespi a causa dell’uso indisciplinato di piastre e phon.

Cosa fare per curare i capelli secchi ed avere in poco tempo una chioma morbida e setosa? Ecco alcuni consigli su come lavare i capelli secchi.

Quale shampoo usare per i capelli secchi

Scegliere lo shampoo per capelli secchi giusto è fondamentale per lavare la chioma in estrema sicurezza e assicurarle morbidezza e lucentezza.

Uno shampoo sbagliato può irritare il cuoio capelluto e alterare il film idrolipidico che lo ricopre, per cui è importante sceglierne uno che non contenga parabeni, SLS e SLES, tutti tensioattivi che aggrediscono capelli e cuoio capelluto.

Lo shampoo ideale per lavare senza rischi i capelli secchi e sfibrati deve essere ad azione rinforzante e deve avere una maggiore percentuale di sostanze grasse, in modo da creare uno strato protettivo su tutta la chioma. Deve anche essere nutriente per ridare corpo e morbidezza ai capelli secchi.

Lo shampoo neutro con pH basico a base grassa è in genere quello ideale per lavare i capelli opachi e restituire loro la lucentezza naturale.

Curare i capelli secchi con gli impacchi

Oltre a scegliere uno shampoo neutro per lavare i capelli secchi, è fondamentale applicare degli impacchi nutrienti, come le maschere per capelli secchi, per favorire una migliore idratazione. Gli impacchi vanno fatti prima dello shampoo, così da potenziare l’azione nutriente ed ammorbidente degli ingredienti. Ecco alcuni impacchi molto efficaci da preparare con ingredienti semplici:

Impacchi di uova

Un impacco super nutriente è quello preparato con le uova, ricche di proteine e lecitina. Occorrono: 1 tuorlo d’uovo, 1 cucchiaio di miele e 1/2 cucchiaino di olio di germe di grano o di oliva. Sbattere un tuorlo d’uovo e passarlo ciocca per ciocca, fare gire per venti minuti e poi risciacquare.

Impacchi con aceto di mele

Un impacco per capelli secchi particolarmente efficace è quello con l’aceto di mele, ideale per rivitalizzare la chioma. L’aceto di mele va usato preferibilmente diluito nell’acqua tiepida e nella proporzione di due tazze d’acqua per una tazza di aceto. Versare il liquido sui capelli facendo attenzione a bagnarli dalla base alle punte, strizzarli leggermente e coprire con un asciugamano. Far agire la formulazione per circa 30 minuti, poi risciacquare.

Impacchi all’olio d’oliva extravergine

Fra gli impacchi di olio per capelli secchi, quello con l’olio extravergine di oliva è indubbiamente il più efficace. Ricco di vitamina A, previene l’invecchiamento, mentre la vitamina E ha un'azione antiossidante e favorisce la circolazione del cuoio capelluto. Applicare l’olio d’oliva sulla cute e sulla lunghezza dei capelli, raccoglierli sulla testa e coprire con un asciugamano. Fare agire per 45 minuti circa e poi risciacquare.

Impacchi di zucca e miele

La maschera per capelli secchi a base di zucca e miele è un’ottima soluzione per combattere la fragilità e la caduta della chioma. Per preparare l’impacco, cuocere due fette di zucca e mescolarle con il miele, inumidire i capelli e applicare il trattamento massaggiando leggermente. Fare agire per 30 minuti e risciacquare.

Quante volte bisogna lavare i capelli secchi

Una domanda che spesso ci si pone è quanto lavare i capelli secchi, ovvero con quale frequenza fare lo shampoo. Per averli sempre puliti e non danneggiarli, si possono tranquillamente lavare anche una sola volta a settimana.

Infatti, i capelli secchi non si sporcano facilmente come i capelli grassi; tuttavia, se proprio vi è la necessità, si possono anche lavare due volte a settimana, ma è consigliabile non andare oltre per evitare di aumentarne la fragilità.

Vai all'articolo precedente:Come curare i capelli grassi: cause, rimedi e prodotti da usare
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image