Balsamo colorante per capelli: come si usa e quanto dura

7 Dicembre 2021
Balsamo colorante per capelli: come si usa e quanto dura

Quando si vuole cambiare look senza stressare la propria chioma, il metodo più efficace è il balsamo colorante per capelli. Facile da applicare, economico e alla portata di tutti. Un metodo che sempre più persone stanno adottando per i loro hair style migliori. Ma scopriamo nel dettaglio come si usa il balsamo colorante e tutti i vantaggi che se ne traggono dal suo uso.

Come si applica un balsamo colorante per capelli?

Oggi ci sono infinite possibilità di scelta in commercio per trovare il tono di colore giusto per il proprio balsamo. Infatti, è possibile acquistare questi prodotti ovunque: supermercati, negozi specializzati per parrucchieri ed anche online. Molte persone davanti a questa varietà di scelte possibili si chiedono: ma come applicare balsami coloranti?

Partiamo dagli elementi necessari per eseguire l’operazione. Vi servirà un lavandino spazioso, un pennello per frizioni, la cuffia in plastica e uno shampoo, oltre ovviamente al miglior balsamo colorante che avrete scelto. Cosa fare?

  • Lavate accuratamente i capelli con lo shampoo;
  • Spalmate il balsamo sui capelli con l’ausilio del pennello. Attenzione a frizionare con forza, in modo che il prodotto venga assorbito completamente dalla cute;
  • Massaggiate per cinque minuti, in modo da far aderire bene il balsamo;
  • Coprite la testa con una cuffia in plastica e tenetela in posa per circa un’ora/un’ora e mezza (solitamente nel balsamo che avrete acquistato ci sarà anche indicato il tempo ideale di posa);
  • Sciacquate i capelli al termine del tempo. Il colore avrà aderito perfettamente sui vostri capelli.

Il balsamo colorante funziona senza problemi, se avete seguito perfettamente le indicazioni. Invece, se così non sarà stato, potreste ritrovarvi con improponibili macchie di leopardo sulla testa, oppure il colore andrà via al primo risciacquo. Essenziale è infatti leggere attentamente le indicazioni che il produttore scrive sul proprio balsamo e seguirle religiosamente.

Che tipo scegliere?

Il primo requisito perché un balsamo sia buono è che non contenga ammoniaca e acqua ossigenata, altrimenti rovinereste i vostri capelli e sarà lunga poi la strada per sistemarli. Escludete quindi totalmente questo tipo di prodotto.

In secondo luogo, il balsamo colorante in gravidanza va evitato il più possibile. Se tuttavia non potete proprio farne a meno, allora scegliete un prodotto totalmente naturale, a base vegetale, che - anche se durerà di meno - proteggerà voi e il vostro bambino. Il feto non deve assorbire l’ammoniaca attraverso i prodotti per la bellezza dei capelli. Ricordatevi: la cute è una zona che ha un alto tasso di assorbimento.

I migliori balsami coloranti sono quelli delle linee specializzate, come Wella e RedKen. Scegliete le marche in cui, oltre alla tintura, ci siano sostanze nutrienti per il capello, come la cheratina, l’olio di Geranio, di Argan, ecc.

Occhio ai colori!

Quando si sceglie il proprio balsamo colorante si deve prestare molta attenzione al colore. Infatti, in base al colore che avrete già sui vostri capelli, dovrete scegliere quello del balsamo.

Se volete i capelli di un bel colore blu elettrico ad esempio, e applicate il balsamo colorante blu sui capelli già arancioni, il risultato non sarà il colore desiderato, ma un bel grigio. Se invece sono biondi, diventeranno verdi. Calcolate prima sulla tavolozza dei colori quale volete e come fare per ottenerlo. Ricordate: i colori opposti si annullano e danno come risultato il grigio.

Balsamo colorante: durata e costi

Uno degli interrogativi maggiori quando si sceglie di far ricorso a questo tipo di prodotti è: ma il balsamo colorante quanto dura?

Sgombriamo subito il campo da fallaci illusioni: mai quanto una classica tinta per capelli.

La media è di 5 o 6 lavaggi. Ben poco se si considera che si fanno un minimo di 2 o 3 shampoo la settimana. Tuttavia, c’è da considerare anche il prezzo: a fronte di una spesa minima di 10 euro, si possono fare più applicazioni con il balsamo colorante. Per cui sarà sempre più economico della tintura e stresserà sicuramente meno il capello.

Vai all'articolo precedente:Come scegliere un phon: quali tipologie esistono e quale acquistare
Vai all'articolo successivo:Polvere volumizzante per capelli: a cosa serve e come si usa
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image