Shampoo colorante: come si usa e quanto dura

7 Gennaio 2022
Shampoo colorante: come si usa e quanto dura

Lo shampoo colorante ci consente di coprire i capelli bianchi o una eventuale ricrescita di altro colore, ma può anche essere utilizzato per cambiare colore in modo temporaneo.

Vediamo adesso come si usa e quanto dura lo shampoo colorante, provando anche a trovare la tonalità giusta e capire come si deve applicare tramite dei consigli di utilizzo. Scopriremo inoltre qual è il prodotto migliore per tutte le esigenze e per tutte le tipologie di capello.

Cos'è lo shampoo colorante

Si tratta di sorta di tinta temporanea, che deve essere applicata sui capelli e sulla cute, andando a colorare il capello stesso. Non è una vera tinta per capelli, ma solo un prodotto che viene indicato per garantire copertura della ricrescita e aumento di riflessi del proprio tono. Non entra dunque in profondità e non può modificare il colore naturale dei capelli, dato che la presenza di acqua ossigenata è ben poca ed a bassissimi volumi.

Shampoo colorante quanto dura

Essendo temporaneo, questo shampoo non va ad annullare il colore principale dei capelli, è più delicato e potrà durare un paio di settimane.

Non ha neanche bisogno di altre sostanze o prodotti al fine di creare una miscela colorante: basta applicarlo direttamente sul capello, risultando così più pratico e facile da utilizzare.

Shampoo colorante come si usa

Vediamo adesso come si usa lo shampoo colorante. Bisogna seguire 5 semplici step:

  1. Vanno indossati i guanti protettivi, che si trovano già nel kit incluso nella confezione con lo shampoo, ma si possono trovare anche facilmente in qualsiasi supermercato;
  2. Dovete versare lo shampoo all’interno del contenitore di plastica e poi mescolare, in modo da ottenere la giusta miscela omogenea di tutti gli ingredienti;
  3. Poi, dovete applicare lo shampoo dalla radice fino alle punte in modo uniforme, meglio se con l’aiuto di un pennello;
  4. Lasciatelo in posa per il tempo che viene indicato sulla confezione, spesso tra i 5 e i 30 minuti (questo varia in base alla tipologia del prodotto e all’intensità del risultato desiderato);
  5. Per ultimo, dovete emulsionare e risciacquare i capelli, avendo cura di eliminare ogni residuo fino a quando l’acqua sarà del tutto pulita.

Dovrete ricordarvi di leggere con attenzione tutte le istruzioni che vengono riportare sulla confezione. Alcuni prodotti, infatti, si applicano esclusivamente sui capelli umidi. Altri, invece, solamente su capelli asciutti, prima del lavaggio.

Se avete una cute sensibile, al fine di evitare problemi di intolleranza o di possibili allergie e complicanze, è sempre meglio fare un test prima dell’applicazione.

Questa accortezza vale anche nei seguenti casi:

  • shampoo colorante in gravidanza
  • shampoo colorante in allattamento

In questi due casi, oltre a fare un test prima di applicare il prodotto, è meglio chiedere anche un consiglio al proprio medico.

Perché usare lo shampoo colorante

Uno shampoo colorante che copre i capelli bianchi è ovviamente utile anche al fine di camuffare una fastidiosa ricrescita. Si tratta di un prodotto che viene utilizzato da tantissime persone. Sicuramente è la migliore soluzione per chi ha intenzione di provare un nuovo colore sui propri capelli, ma senza fare subito una tinta permanente.

Gli shampoo coloranti che si trovano in commercio sono numerosi e si deve fare attenzione a non confonderli con la tinta permanente. Inoltre, dovrete leggere con attenzione le informazioni sulle loro caratteristiche. Ricordiamo infatti che i prodotti non sono tutti uguali: proprio per questo, anche uno shampoo colorante rovina i capelli se realizzato con ingredienti scadenti.

Vai all'articolo precedente:Polvere volumizzante per capelli: a cosa serve e come si usa
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image