Carrello0
Lista Desideri
  
Menu

Trattamenti capelli da evitare in gravidanza

Trattamenti capelli da evitare in gravidanza

Ci sono molte cose che purtroppo non si possono fare in gravidanza: fumare, bere alcolici, agganciare la cintura di sicurezza ecc… Molte controindicazioni però esistono anche per quanto riguarda l’uso di cosmetici in generale, tra cui alcuni prodotti per capelli. Vediamo quindi quali trattamenti per capelli evitare in gravidanza!

Puoi tingere i tuoi capelli in gravidanza?

Come ti devi regolare se in gravidanza qualche capello bianco fa la sua comparsa e decidessi di porvi rimedio? In via precauzionale devi sapere che la tintura non andrebbe effettuata nei primi tre mesi. Successivamente, per la colorazione, ti consigliamo di usare dei prodotti per capelli che non contengano delle sostanze irritanti per il cuoio capelluto, in quanto la pelle in gravidanza è più sensibile.

 

A tal proposito scopri di più nell’articolo “Si possono tingere i capelli in gravidanza?”.

 

Tinture naturali

Tra i prodotti per capelli in gravidanza, sono consigliate le tinture senza ammoniaca (o comunque quelle prive di componenti chimici), ma altre sostanze come il mallo di noce, il mirtillo e il tè. Questi trattamenti non sono adatti se vuoi avere dei capelli biondi, ma sono consigliati per le colorazioni ramate o scure e inoltre donano ai capelli un aspetto lucente e scintillante.

Ricorda poi che quando sei incinta e vuoi tingerti i capelli da sola, è raccomandabile comprare prodotti da aziende cosmetiche affidabili e conosciute!

Matrix Colorinsider: tinta senza ammoniaca

Trattamenti capelli in gravidanza: cosa evitare?

Tra i trattamenti ai capelli in gravidanza, che non si possono appunto effettuare se aspetti un bambino, ci sono quelli stiranti e la permanente. Quest'ultima è da evitare perché stressa la cute, agendo sullo zolfo, che è presente all'interno del fusto. In generale si dovrebbero evitare tutti i trattamenti stressanti, perché utilizzano dei prodotti per capelli come la formaldeide, che è cancerogena.

Oli per capelli

Una piccola parentesi deve essere fatta anche per quanto riguarda gli oli cosmetici. Sebbene derivanti da ingredienti naturali, alcuni estratti potrebbero causare problemi, soprattutto a livello cutaneo. Solitamente l’olio per capelli contiene ingredienti come estratto di mandorla, argan, jojoba o olio d’oliva. Ma altre essenze naturali come rosmarino, origano, menta, noce moscata, zenzero o patchouli possono rivelarsi dannosi per la pelle.

Prodotti per capelli in gravidanza

Mentre aspetti un bambino, al posto dello shampoo, potresti usare un olio lavante, che ti aiuta a non fare aprire le squame, di cui si compone il capello. In alternativa puoi utilizzare il balsamo e una maschera nutriente. Per risciacquare i tuoi capelli, puoi aggiungere all'acqua naturale un piccolo cucchiaio di aceto di mele, che regalerà luminosità alla tua capigliatura.

Altri trattamenti per capelli in gravidanza

Tra i trattamenti per capelli, che puoi concederti se sei incinta, ci sono i colpi di sole, che agiscono sul fusto, in cui è presente la cheratina morta, e non sul bulbo, che è la parte vitale dove arrivano i capelli. In questo caso non ci sono problemi di assorbimento di sostanze tossiche, che possono creare dei problemi durante una gravidanza.

 

Leggi dal Blog “Cosa sono i trattamenti alla cheratina per capelli?”.

 

Altri consigli da seguire

Quando sei incinta e ti asciughi i capelli, devi tenere il phon a circa una decina di centimetri, per evitare di bruciare il cuoio capelluto. È necessario che tu non assuma la vitamina B, che di solito viene prescritta, nei primi tre mesi, per contrastare il problema della caduta di capelli.

Vai all'articolo precedente:Come eliminare la forfora dai capelli: cause e rimedi al problema
Vai all'articolo successivo:Come si fa la permanente
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image