Allergia alla tinta per capelli: sintomi e rimedi

Allergia alla tinta per capelli: sintomi e rimedi

Cambiare il colore dei capelli per necessità o semplicemente per cambiare look è un fatto del tutto normale per le donne, che vogliono sentirsi sempre belle e a posto in ogni occasione.

La tinta per capelli è ideale per coprire i capelli bianchi ma anche per seguire le tendenze moda, tuttavia a volte possono manifestarsi delle reazioni allergiche che non bisogna sottovalutare. Scopriamo sintomi e rimedi dell’allergia alla tinta per capelli.

Cause dell’allergia alla tinta per capelli

Quando si manifesta un’allergia si tratta del sistema immunitario che risponde ad un fattore che l’ha scatenata. Nel caso dell’allergia tinta capelli sarebbe opportuno effettuare un test per attestare se si è intolleranti a qualcuna delle sostanze contenute nelle tinture.

In genere il test consiste nell’applicare una piccola dose di prodotto nell’area del gomito o dietro le orecchie e aspettare 48-72 ore per vedere le reazioni. Se non ci sono manifestazioni particolari si può usare tranquillamente il prodotto. A scatenare le allergie possono essere diversi fattori, fra cui:

  • Formulazione del prodotto troppo forte
  • Sostanze chimiche fra gli ingredienti come fenoli, fosfati e parabeni
  • Presenza di lesioni o cicatrici sul cuoio capelluto
  • Utilizzo di un prodotto diverso da quelli usati normalmente
  • Non seguire la corretta procedura indicata nel foglietto illustrativo

La maggior parte delle tinture per capelli contengono PPD, acronimo che vuol dire ParaPhenyleneDiamine, un perossido che può causare allergie. Ma l’allergia tinta capelli come si manifesta? Ci sono dei sintomi che sono inconfondibili, ecco quali sono.

Allergia tinta capelli sintomi

Uno dei sintomi più comuni di reazione allergica tinta per capelli è senza dubbio la dermatite, un’infiammazione della pelle che si manifesta in genere con un arrossamento oppure prurito sul cuoio capelluto.

Vi sono casi in cui può anche manifestarsi con un rigonfiamento della zona attorno alle orecchie, al collo o alle palpebre. I sintomi della dermatite non necessariamente si manifestano subito, ma possono presentarsi anche dopo qualche giorno o addirittura dopo una decina di giorni aver utilizzato il prodotto.

Oltre alla dermatite, l’allergia alla tinta per capelli può dare origine anche all’orticaria, che si manifesta con macchie rosse diffuse sul corpo, gonfiore delle palpebre, cute arrossata, difficoltà di deglutizione, vomito e starnuti. I sintomi dell’orticaria di solito sono visibili già dopo qualche ora aver applicato la tintura.

Una delle reazioni più gravi dell’allergia della tintura per capelli è invece lo shock anafilattico, più raro ma possibile, che può causare sintomi come mancanza di respiro, gonfiore al viso, calo della pressione sanguigna e talvolta può essere anche letale. In questi casi è necessario intervenire tempestivamente per evitare il peggio.

Allergia tinta capelli rimedi

Quando si manifesta l’allergia alla tinta per capelli cosa fare? Prima di tutto non bisogna farsi prendere dal panico, perché con lo stato di agitazione le tossine si diffondono più rapidamente e i sintomi peggiorano. Innanzi tutto, procedere a sciacquare immediatamente la tinta, avendo cura di lasciare i capelli pulitissimi e liberi da ogni residuo e ricordandosi di usare acqua tiepida e non acqua calda.

Per curare l’allergia si possono prendere degli antistaminici e assumerli se i sintomi dell’allergia sono praticamente quelli di cui soffre comunemente un soggetto allergico. Già dopo circa mezz’ora i farmaci cominciano a fare effetto e ci si sente subito meglio.

Se l’allergia si è manifesta con una forte irritazione localizzata è possibile utilizzare apposite pomate per uso topico, da applicare sulla pelle asciutta e pulita. Per favorire la guarigione del cuoio capelluto però bisogna smettere di usare la tintura e attendere che si rimargini del tutto.

Un’ottima cura sono anche gli shampoo rigeneranti, ideali per ripristinare il cuoio capelluto e mantenerlo morbido e liscio, e al contempo curare le escoriazioni.

Come curare l'allergia alla tinta per capelli

Poiché tinta per capelli e allergia al nichel sono associati, la soluzione ideale sarebbe per evitare arrossamenti e desquamazioni della cute sarebbe quello di usare tinture senza nichel. Tuttavia, tutte le tinte per capelli contengono nichel, quindi bisogna optare tinte naturali, che sono assolutamente sicure e permettono di ottenere risultati eccellenti, come quelle a base di henné, di camomilla o di indaco.

Queste tinture sono temporanee e vanno via con il risciacquo, ma hanno un bell’effetto sulla chioma e ne ravvivano il colore anche se non coprono del tutto i capelli bianchi.

Invece, fra i rimedi per allergia alla tinta molto validi troviamo l’aloe, pianta ad elevato potere lenitivo ed antinfiammatorio, efficace per la sua azione rinfrescante. Ottima è anche la peonia per alleviare il prurito e il rossore sul cuoio capelluto, perché ricca di principi attivi in grado di assicurare sollievo immediato.

Altro rimedio efficace per trattare le allergie derivate dalle tinte per capelli è l’aceto di mele, facile da reperire e da usare immergendo il pettine in una miscela di aceto di mele ed acqua e poi procedere alla pettinatura.

Vai all'articolo precedente:Come asciugare i capelli ricci: i trucchi per averli perfetti
Vai all'articolo successivo:Capelli secchi: come curarli e idratarli
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image