Caduta capelli da stress: cosa fare e che rimedi usare

Caduta capelli da stress: cosa fare e che rimedi usare

La caduta dei capelli molte volte è causata dallo stress, malessere che purtroppo sta alla base di molti disturbi e che ha serie ripercussioni sulla nostra salute.

Quando viene a mancare l’equilibrio psicologico, la vita viene inevitabilmente stravolta e anche il benessere della chioma viene compromesso. Cosa fare in questi casi? Ecco alcuni consigli per combattere la caduta capelli da stress.

Legame fra stress e caduta capelli

Sicuramente la domanda che molti si fanno spesso è: lo stress fa cadere i capelli? Ebbene sì, esiste una stretta correlazione fra stress e perdita di capelli e questo malessere che si insinua nel nostro corpo e nella nostra mente causa dei veri e propri traumi.

Infatti, lo stress ha conseguenze dirette sui processi chimici che si verificano nel nostro corpo e provoca alterazioni ormonali, infiammazioni cutanee e tende a ledere la salute del cuoio capelluto, fattore determinante per la crescita della chioma.

Una volta che il capello non trova le condizioni ideali per crescere, diventa debole, fragile e perde la propria lucentezza. Le tensioni nervose, quindi, si traducono in diradamento che, con il passare del tempo, può accentuarsi sempre di più.

Segnali della caduta di capelli da stress

Sono numerosi gli studi scientifici che affermano che lo stress fa perdere i capelli. Quando è in atto la perdita capelli da stress si manifestano dei segnali inequivocabili. Nelle donne si manifesta un diradamento diffuso sull’intero cuoio capelluto, in particolare nella zona che collega l’attaccatura frontale al vertice del capo.

Invece, negli uomini si verifica una sorta di diradamento generale e compaiono delle stempiature che si allargano rapidamente man mano che lo stress si accentua. Ecco che si verifica quello che viene detto diradamento capelli da stress, che può scatenare l’alopecia areata, malattia autoimmune responsabile della caduta dei capelli a chiazze.

La caduta di capelli da stress è in genere accompagnata da una eccessiva produzione di sebo, proprio come accade anche con l’alopecia seborroica.

Caduta capelli da stress rimedi

Perdere i capelli per lo stress non è certo una cosa piacevole e chi attraversa momenti difficili, spesso, non sa neanche da dove cominciare. Invece, è importante sapere che esistono diversi rimedi per risolvere la situazione e poter fermare la perdita dei capelli.

E allora, quando si verifica la caduta dei capelli da stress cosa fare? Per affrontare con soluzioni efficaci il problema dei capelli che cadono a causa dello stress, è necessario eliminare il principio che sta alla base delle tensioni.

Se si tratta di una causa esterna, è necessario trovare una soluzione per evitarla, mentre se la causa è dentro di noi, allora occorre affidarsi ad uno psicoterapeuta competente. È fondamentale rivolgersi a specialisti del settore per ottenere risultati concreti in tempi brevi.

Agire tempestivamente sulle cause ed eliminare affaticamenti e tensioni è sicuramente uno dei rimedi più efficaci per contrastare capelli che cadono per lo stress. Tuttavia, le cose non sono facili per tutti e, soprattutto per i soggetti molto ansiosi, il percorso può rivelarsi irto e pieno di ostacoli e può servire molto tempo prima di raggiungere una stabilità psicologica.

Rimedi naturali caduta capelli da stress

Anche i rimedi naturali sono efficaci per contrastate la caduta dei capelli da stress e possono dare un valido contributo sia al rafforzamento del cuoio capelluto che al miglioramento della qualità della chioma. Esistono trattamenti naturali mirati che hanno la capacità di stimolare la crescita di nuovi capelli sani e, al tempo stesso, rallentarne la caduta.

I capelli caduti per stress ricrescono e, usando i rimedi giusti, i risultati sono assicurati. Eccone alcuni molto efficaci per ridare elasticità alla cute e disinfettarla, oltre a regolare anche la produzione di sebo.

  • Olio essenziale di rosmarino: dona alla cute una sensazione di freschezza immediata e rallenta la degenerazione del tessuto, favorendo l'irrorazione ai capillari.
  • Olio essenziale di Ortica: ricca di Sali minerali, tannini, aminoacidi, componenti azotati ed acidi organici, l'ortica ha un'azione antiandrogena, nutre e promuove l'azione esfoliante.
  • Olio essenziale di Saponaria: deve essere applicata sul cuoio capelluto per ottenere istantaneamente una perfetta regolazione della produzione di sebo.
  • Olio essenziale di Noce: combatte con efficacia la perdita dei capelli grazie alle sue proprietà antisettiche, astringenti e antinfiammatorie. È particolarmente utile per riattivare il cuoio capelluto.
  • Olio essenziale di Peperoncino: ricco di alcaloidi e vitamine, migliora l'irrorazione del cuoio capelluto e stimola la crescita dei capelli.
  • Olio essenziale di Timo: sul cuoio capelluto esercita un’azione antibatterica e disinfettante, che agisce sul bulbo pilifero riattivandolo.
  • Olio essenziale di limone: ottimo per fermare la caduta dei capelli, è ideale da usare per un massaggio sulla cute la sera prima di andare a dormire. In alternativa, può essere usato un’ora prima di fare lo shampoo per riattivare la circolazione e favorire la ricrescita.

Oltre agli oli essenziali, ottimi sono anche i decotti da applicare sul cuoio capelluto, come ad esempio quello a base di capelvenere, di Ginko biloba e al tè verde.

Vai all'articolo precedente:Perdita capelli in allattamento: rimedi e prevenzione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image