Lista Desideri
  
Menu

Plopping capelli ricci: cos'è e come si fa

Plopping capelli ricci: cos'è e come si fa

Asciugare capelli ricci e metterli in piega risulta sempre piuttosto complicato: chi ha i capelli lisci non può capire quanto! Questa tipologia di capello, peraltro tra le più difficili da trattare, tende infatti ad apparire crespo determinando un antiestetico “effetto paglia” sempre poco apprezzato, e che purtroppo contribuisce a rendere la piega stessa sempre piuttosto disordinata e scomposta. Tuttavia esistono metodi per asciugare i capelli ricci, come il plopping, in grado di arginare eventuali criticità dovute ai cambiamenti atmosferici così come agli sbalzi di temperatura.

Se tuttavia impiegando fasce e bigodini di ogni ordine e grado, i ricci si mantengono ribelli e indomabili, non consentendo di raggiungere il risultato desiderato, asciugare i capelli ricci col plopping può rappresentare un’ottima soluzione, senza la necessità di ricorrere a piastre liscianti e dispositivi elettronici.  

Metodo plopping: di che si tratta?

Il plopping capelli ricci trae origine dal termine inglese plop che significa letteralmente “raccogliere i capelli in un panno”. Tutto questo non è un caso poiché tale tecnica infatti prevede che i capelli bagnati, subito dopo il lavaggio abituale, vengano arrotolati all’interno di un panno o di un asciugamano leggero. Questo facile procedimento risulta pertanto particolarmente utile perché consente di creare morbidi ricci o onde voluminose, facendo apparire la chioma sempre molto naturale, morbida ed elastica, costituita dal classico “effetto molla” così apprezzato.

E’ possibile sfruttare anche il plopping capelli mossi, adatto a chi di norma presenta una capigliatura costituita da onde naturali, poiché pur non essendo in presenza di ricci accentuati, consente tuttavia di enfatizzare le onde rendendole più evidenti e, se vogliamo, durature nel tempo, specie se accompagnate dall’utilizzo di prodotti specifici in grado di agevolare lo styling.

Come asciugare i capelli ricci con il plopping

La domanda sorge spontanea: "come asciugo i capelli con il plopping?" Praticare tale metodologia è piuttosto semplice e relativamente veloce: tuttavia è importante munirsi di prodotti specifici per capelli ricci in grado di promuovere la tenuta della piega, aiutando il riccio a mantenersi definito e perfettamente texturizzato a lungo. Grazie a questa particolare tecnica, è pertanto possibile non solo ridurre sensibilmente l’antiestetico effetto crespo, ma anche e soprattutto evitare l’utilizzo di piastre e ferri che, complice l’eccessivo calore, a lungo termine potrebbero pregiudicare inevitabilmente la salute e la bellezza della chioma.

Come fare il plopping

Necessario per attuare tale tecnica, è prima di tutto lavare i capelli come d’abitudine, utilizzando shampoo, balsamo e maschera per capelli ricci, in grado di nutrire in profondità, agevolando successivamente la piega. Occorre poi tamponare la chioma in modo tale da rimuovere l’acqua in eccesso, preferibilmente mediante l’uso di un panno o di un turbante in microfibra in modo tale da mantenere il corretto livello di umidità.

Importante in questo caso è evitare di strofinare eccessivamente i capelli poiché tale frizione contribuisce ad aprire le squame del capello, facendolo apparire spento e sfibrato. Si procede poi pettinando i capelli mediante un pettine a denti larghi in grado di rimuovere i nodi senza pregiudicare la naturale struttura del riccio. A questo punto è possibile applicare i prodotti utilizzati abitualmente per lo styling quali schiuma, leave-in o crema per ricci, avendo cura di strizzare i capelli dando loro forma e disciplina.

A questo punto entra in gioco la tecnica per asciugare i capelli ricci con il plopping: occorre munirsi di un asciugamano, di una maglietta di cotone o in alternativa di un panno in microfibra sufficientemente ampio che andrà appoggiato su di una superficie piana e facilmente raggiungibile. Il plopping consiste quindi nel porre la chioma a testa in giù, avendo cura di appoggiare tutti i capelli al centro del panno raggruppandoli insieme, per poi ripiegate il lembo più distante dalla testa, dirigendolo verso la nuca e arrotolando contemporaneamente su loro stessi i lati del tessuto fino a creare due veri e propri torciglioni che andranno annodati dietro la nuca.

Per fissarli in modo stabile è possibile aiutarsi con un elastico, sincerandosi tuttavia che i capelli siano posti solo al centro dell’asciugamano e rendendo in questo modo le due estremità completamente vuote. Il risultato ottimale si ottiene mantenendo il plopping tutta la notte.

Il mattino seguente sarà sufficiente rimuovere l’asciugamano e aprire delicatamente i ricci con le mani per conferire loro maggior volume: il risultato sarà stupefacente e i capelli ne guadagneranno sicuramente in termini di salute e vitalità.

Ora che si è compreso come fare il plopping è possibile metterlo in pratica ogni qualvolta si desideri ottenere una piega riccia particolarmente definita senza la necessità di avvalersi di particolari strumenti, accessori e dispositivi. Si tratta di una tecnica semplice ma particolarmente efficace che, se attuata in maniera ottimale, regalerà ai capelli ricci, morbidezza, elasticità e definizione evitando il rischio di pregiudicare la salute dei capelli a causa di un’asciugatura troppo aggressiva o dall’eccessivo calore della piastra per capelli.

Vai all'articolo precedente:Cute grassa e capelli secchi: le cause e i rimedi più efficaci
Vai all'articolo successivo:Come proteggere i capelli al mare? Consigli e prodotti da usare
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image